«Erano i capei d'oro a l'aura sparsi». Metamorfosi delle chiome femminili tra Petrarca e Tasso PDF

Lpgcsostenible.es «Erano i capei d'oro a l'aura sparsi». Metamorfosi delle chiome femminili tra Petrarca e Tasso Image

Leggi il libro «Erano i capei d'oro a l'aura sparsi». Metamorfosi delle chiome femminili tra Petrarca e Tasso PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su lpgcsostenible.es e trova altri libri di Alessandra P. Macinante!

AUTORE: Alessandra P. Macinante

NOME DEL FILE: «Erano i capei d'oro a l'aura sparsi». Metamorfosi delle chiome femminili tra Petrarca e Tasso.pdf

ISBN: 9788884027375

DATA: 2011

DESCRIZIONE

I capelli d'oro sono uno dei topoi più famosi (e abusati) della lirica italiana, almeno fino all'Ottocento. In queste pagine l'autrice analizza i più celebri ritratti femminili della poesia fiorita in Italia nei secoli XIII e XIV, per poi soffermarsi sul magistrale riuso operato da Tasso nella "Liberata". Il tema della descriptio puellae è trattato in maniera innovativa alla luce della teoria classica del tetracromatismo, che prevedeva da parte del poeta l'impiego di soli quattro colori (il bianco, il nero, il giallo, il rosso). Riferimenti al topos dei capelli biondi femminili sono già nei poeti siciliani, ma è con Cino da Pistoia che l'immagine delle chiome dorate assume una valenza significativa, prima che Petrarca la potenzi semanticamente rendendola esemplare. Il percorso definito in queste pagine, ricche di esemplificazioni attinte a testi di varia tipologia e datazione, prosegue con Boccaccio e Tasso: il novelliere e il poeta cinquecentesco contaminano il canone lirico, l'uno ricorrendo a moduli narrativi, l'altro trasformando le esili fanciulle bionde della tradizione lirica in coraggiose eroine pronte alla battaglia. Il volume ricostruisce dunque un percorso tematico che va dalla lirica delle Origini alla fine del Cinquecento, tracciando attraverso il particolare del colore dei capelli una storia dell'immagine femminile che tocca in profondità i valori stessi della poesia.
INFORMAZIONE

'Erano i capei d'oro a l'aura sparsi' - Il Capoluogo

«Erano i capei d'oro a l'aura sparsi ... Il primo incontro tra Petrarca e Laura è raccontato nel sonetto 3, Era il giorno ch'al sol si scoloraro, in cui il poeta sottolinea come l'innamoramento sia avvenuto il giorno dell'anniversario della morte di Cristo (6 apr. 1327) ...

Confronto Tra Dante E Petrarca - Appunti di Letteratura ...

"Erano i capei d'oro a l'aura sparsi" : metamorfosi delle chiome femminili tra Petrarca e Tasso

LIBRI CORRELATI